Loading...loading
logo ordine avvocati

Comunicazione dell’OUA e della Associazioni Forensi

07/07/2006 L’OUA E LE ASSOCIAZIONI FORENSI HANNO INCONTRATO IL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE DI GARANZIA SULLO SCIOPERO NEI SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI, ANTONIO MARTONE

Michelina Grillo, presidente Oua: «Abbiamo apprezzato l’auspicio di Martone a che sia trovata al più presto una sede politica adeguata per il dialogo. Noi siamo disponibili, non altrettanto il governo. In assenza di qualunque volontà di confronto non possiamo che confermare l’astensione dal 10 al 21 luglio, per la tutela dei diritti costituzionali dei cittadini e della dignità della professione forense» .

Il presidente dell’Organismo unitario dell’avvocatura, Michelina Grillo, insieme ai rappresentanti delle associazioni forensi (Aiga, Uif e Camere civili) è stato ricevuto oggi dal presidente della Commissione di garanzia sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, Antonio Martone. «Abbiamo spiegato al presidente Martone le ragioni della nostra protesta – dichiara il presidente Grillo - ed in particolare i gravi rischi che il cosiddetto “decreto Bersani” provoca in relazione alla tutela di diritti costituzionali. Gravi rischi che motivano, in ossequio a quanto previsto dal codice di autoregolamentazione delle astensioni forensi, la decisione di indire l’astensione dalle udienze dal 10 al 21 luglio con preavviso minimo, in deroga ai termini ordinari previsti dallo stesso codice». Il presidente Grillo ha apprezzato l’auspicio del presidente Martone affinché sia al più presto individuata dalla politica «una adeguata sede per un proficuo dialogo», ma ha precisato: «Si tratta di un auspicio condivisibile che naturalmente è rivolto al governo. Ciò che noi chiediamo è esattamente questo: poter discutere di provvedimenti che incidono pesantemente sulla nostra professione e sui diritti dei cittadini e formulare nelle opportune sedi le nostre proposte, in primo luogo per una riforma della professione che sia organica e non attuata con interventi spot. In assenza di alcun segnale autorevole e chiaro in questo senso non possiamo che confermare la decisione presa nei giorni scorsi da tutta l’avvocatura di proclamare l’astensione da tutte le udienze».

Roma, 7 luglio 2006


Nuove | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73