Loading...loading
logo ordine avvocati

Istituzione “sportello” detenuti: regole organizzative del servizio

26/02/2010

Il Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Brescia


premesso



che a seguito di una serie di incontri con l’Ufficio del Garante dei diritti dei detenuti, istituito presso il Comune di Brescia, e con la direzione degli istituti penitenziari della città, con delibera  27 luglio 2009 ha aderito all’iniziativa volta ad assicurare un’adeguata assistenza difensiva ai detenuti definitivi indigenti e privi di difensore fiduciario;

che l’iniziativa è motivata dalla constatazione che difettano  previsioni normative atte ad assicurare assistenza tecnica in favore dei detenuti condannati in via definitiva per tutta la durata della fase dell’esecuzione penale;

che è principio sistematico del codice, largamente condiviso dalla giurisprudenza di legittimità, quello per cui, stante l’autonomia della fase esecutiva, la nomina   del difensore di fiducia fatta nel corso del giudizio di cognizione non estende i suoi effetti al giudizio di esecuzione;

che infatti, e salvo il caso il condannato detenuto provveda alla nomina di difensore fiduciario per la fase della esecuzione, la nomina del difensore d’ufficio da parte del Pubblico Ministero è prevista solo per la notifica dei provvedimenti di cui agli artt. 656 co.4° -657 co.3°- 659 co.1° -663 co.3° c.p.p. (ordine di esecuzione della condanna a pena detentiva, esecuzione di pene concorrenti, computo della custodia cautelare e delle pene espiate senza titolo, esecuzione delle decisioni dei giudici di sorveglianza);

che in tal modo accade che il condannato resti privo di assistenza tecnica per il caso in cui, nel corso della espiazione, risulti necessario o opportuno adire il giudice della esecuzione o la magistratura di sorveglianza con istanze idonee a rettificare, o modificare la esecuzione della pena o a richiedere benefici;

che anche l’art. 656 c.5° c.p.p. (relativo alla esecuzione delle c.d. pene detentive brevi) pur prevedendo che in difetto di apposita nomina di difensore fiduciario per la fase esecutiva, l’ordine di carcerazione ed il decreto di sospensione debbano essere notificati al difensore di fiducia designato nella fase di cognizione, preordina la operatività della difesa solo per consentire la proposizione delle domande di concessione delle misure alternative previste nel termine perentorio di trenta giorni;

che pertanto, e conclusivamente, in assenza della presentazione di istanze per l’ammissione a  misure alternative, il condannato farà ingresso in carcere e, durante l’esecuzione della pena non sarà assistito da difensore, se non appositamente nominato;

premesso altresì



che con la sopra citata delibera il Consiglio si era riservato di enucleare criteri e regole organizzative del servizio che ne assicurino la prestazione nel rispetto dei principi della deontologia professionale,

delibera quanto segue



- l’Ordine degli Avvocati di Brescia, in collaborazione con la locale Camera penale, organizzerà un corso di formazione ed aggiornamento nelle materie dell’esecuzione penale e del procedimento di Sorveglianza, al fine di istituire un elenco di difensori competenti nelle materia specifica;

- la frequentazione del corso costituirà requisito per accedere all’iniziativa, che è aperta a tutti gli avvocati iscritti alle liste dei difensori d’ufficio o che siano in possesso dei requisiti per l’iscrizione, come individuati da questo Consiglio;

- gli avvocati che avranno partecipato al corso di formazione ed avranno dato la propria adesione all’iniziativa, verranno inseriti, in ordine alfabetico, in turni, di pari numero, presso i due istituti penitenziari della città;

- l’elenco degli avvocati  disponibili e quello delle turnazioni verranno predisposti dal Consiglio dell’Ordine,

- gli avvocati in turno accederanno alle strutture penitenziarie ai sensi dell’art. 17 ord. pen., previa richiesta di colloquio da parte del detenuto;

- ai colloqui saranno ammessi detenuti indigenti che abbiano raggiunto la metà pena o con un fine pena, anche residuo, non superiore a tre anni ex art. 47 ord. pen. ovvero con fine pena, anche residua, non superiore a quattro o sei anni ex artt. 90 e 94 dpr 309/90;

-sono considerati indigenti i detenuti che al momento della richiesta non dispongano di peculio superiore ai 500,00 euro;

- gli incontri con i detenuti che ne faranno richiesta, avranno luogo con cadenza quindicinale;

- le giornate e la durata  degli incontri verranno concordati con la Direzione carceraria, che provvederà a divulgare l’iniziativa dello ‘sportello’all’interno degli istituti penitenziari;

- la Direzione dell’istituto penitenziario porrà a disposizione dell’avvocato la posizione giuridica del condannato e la sentenza di condanna;

-il colloquio con il detenuto avrà finalità di orientamento informativo sul possibile percorso giuridico del condannato in relazione al momento della esecuzione in cui egli versa;

- il colloquio avrà perciò ad oggetto l’esame della posizione giuridica e le possibili istanze da proporre al giudice dell’esecuzione ed eventualmente al P.M. nonché al Tribunale o al Magistrato di Sorveglianza, dirette  alla modifica della posizione giuridica o alla richiesta di benefici e misure alternative previste dall’ordinamento penitenziario;

- l’avvocato indicherà l’istanza più adeguata alla posizione del condannato, invitandolo a presentarla con l’utilizzo  della modulistica presente nell’istituto;

- l’avvocato non potrà patrocinare il detenuto con il quale ha avuto il colloquio, né fiduciariamente, né quale difensore d’ufficio;

- l’avvocato aderente all’iniziativa non potrà chiedere alcun compenso o richiedere l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato, essendo l’attività prestata di natura volontaristica;

- il Consiglio dell’Ordine vigilerà sul rispetto dei turni unitamente alla direzione carceraria;

- l’iniziativa verrà monitorata dal consiglio dell’Ordine con cadenza bimestrale mediante  incontri di verifica sull’andamento con l’Ufficio del Garante.

IL SEGRETARIO                                   IL PRESIDENTE
Nuove | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65