Loading...loading
logo ordine avvocati

INSINUAZIONI TARDIVE E OPPOSIZIONI ALLO STATO PASSIVO - Iscrizione nel ruolo degli affari civili contenziosi

13/09/2003 Il Tribunale di Brescia ha diramato un comunicato (O.D.S. dell'ufficio di Dirigenza n. 18/2003 del 9.8.03) nel quale si definiscono le modalità di iscrizione nel ruolo degli affari civili contenziosi delle insinuazioni ex art. 101 L.Fall. e delle opposizioni ex art. 98 L.Fall.

L'ordine di servizio dispone che i ricorsi per insinuazione e per opposizione di cui sopra, non dovendo essere iscritti nel ruolo generale degli affari civili contenziosi al momento del deposito, siano presentati, in quanto diretti al giudice delegato, alla cancelleria fallimentare e non a quella del contenzioso civile.

Al fine di ottenere l'iscrizione nel registro degli affari civili contenziosi, il creditore dovrà presentare alla cancelleria del contenzioso civile la nota di iscrizione a ruolo e il proprio fascicolo dopo la pronuncia da parte del giudice delegato del decreto di fissazione dell'udienza e la notifica di ricorso e decreto al curatore, costituendosi così in giudizio nei modi di cui all'art. 165 cpc.

Il provvedimento, sottoscritto dal dott. Roberto Mazzoncini, presidente del tribunale, e dal dott. Nicola Stellato, dirigente amministrativo, è entrato in vigore il 1° settembre 2003.

Per chi fosse interessato a comprendere le ragioni che hanno reso necessaria l'emanazione di questo ordine di servizio, aggiungiamo che tale disposizione si fonda su tre ordini di considerazioni.

In primo luogo si è osservato che la costituzione dell'attore nel giudizio di cognizione (nelle due citate materie) è regolata dal combinato disposto di cui agli artt. 165 cpc e 98.3 L.Fall. per il quale, almeno cinque giorni liberi prima dell'udienza, il creditore si costituisce depositando in cancelleria la nota di iscrizione a ruolo e il proprio fascicolo.

In secondo luogo non pare condivisibile quanto rilevato nel corso dell'ultima ispezione ministeriale, relativamente al fatto che gli originali dei ricorsi ex art. 101 L.Fall. debbano esser depositati nella cancelleria degli affari civili invece che in quella fallimentare (dove andrebbe depositata, in esito al procedimento, copia dell'istanza e del relativo decreto di ammissione del credito).

Infine si è considerato che l'iscrizione a ruolo non possa avvenire in un momento antecedente a quello della costituzione in giudizio di una delle parti.
Nuove | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65